Archivi tag: secondo

FILETTO DI ORATA CON INDIVIA CONDITO ALL’ACETO DI MELE

filetto orataOggi una ricetta di pesce.

Ingredienti per 4 persone:

2 Orate da 600/800 gr
200 gr di Indivia Belga
50 gr di Miele di Limoni
Olio Extravergine di oliva
Mezzo bicchiere di aceto di mele.

Procedimento:

Squamate ed eviscerate le orate ottenendo 4 filetti e incidete leggermente la pelle in modo che non si arricci in cottura.

Nel frattempo mettete una padella sul fuoco con un filo d’olio e quando sarà ben caldo aggiungete l’indivia belga tagliata a julienne.
Cuocere per 2 minuti a fiamma alta, e aggiungere l’aceto.
Fate sfumare per bene, aggiungete un pizzico di sale e disponete l’invidia nel piatto.

Mettete un’altra padella sul fuoco, con attenzione fatela diventare rovente, aggiungete un filo d’olio e subito dopo i filetti di orata dal lato delle carne.
Cuocete per 30 secondi, girateli e cospargeteli leggermente con il miele, cuoceteli per altri 30 secondi.

Una volta cotti aggiungeteli nel piatto dell’indivia e guarnite a piacere.

SEPPIE SU CREMA DI PISELLI E LARDO

seppia3

A pranzo: seppie!

Ingredienti per 4 persone:

700 gr di Seppie
300 gr di Piselli
100 gr di Lardo
1 Scalogno
Qualche foglia di basilico
Crostini
Sale
Olio Extravergine di oliva

Procedimento:

Per prma cosa bisogna pulire le seppie. Mettetele fuoco a minimo in una pentola con dell’acqua, l’ideale sarebbe farle sobbollire per circa 30 minuti, dopodichè lasciatele raffreddare nella propria acqua.

Nel frattempo tagliate lo scalogno a julienne e fatelo rosolare in una padella con un filo d’olio. Po aggiungete qualche foglia di basilico, il lardo a pezzetti piccoli e i piselli: versate ¾ di acqua e portatelo a bollore.

Lasciatelo cuocere per circa 20 minuti e in fine frullate il tutto fino ad ottenere una crema.
Adagiate la crema di piselli sul fondo del piatto poi le seppie e spargete i crostini. Un filo d’erba cipollina per guarnire!

DADOLATA DI SALMONE CON AVOCADO E TIMO

salmone 3

Per questo antipasto voglio abbinare Ordinary People” di  John Legend. Oltre ad essere un pezzo che amo, traducendo il testo mi viene da pensare all’attesa delle ore della marinatura del salmone.

Ingredienti per 4 persone:

600 gr di Filetto di salmone fresco
500 gr di Zucchero di canna
2 kg di Sale grosso
1 buccia di limone
1 Avocado
1 Rametto di timo
Succo di un limone
Sale
Olio Extravergine d’oliva

Procedimento:

Mettete in una ciotola il sale grosso con lo zucchero di canna e le bucce di limone.

Prendete una placca, cospargete il fondo con il sale e lo zucchero, adagiate il filetto di salmone e copritelo con il restante sale.
Coprite il tutto con la pellicola e mettetelo in frigo per 12 ore. Passate le 12 toglietelo dal frigo e immergetelo per 1 minuto in acqua e ghiaccio. A questo punto mettete il filetto di salmone su carta assorbente ed asciugare bene.

Una volta asciutto tagliatelo a dadini e poneteli in una ciotola, tagliate a dadini anche l’avocado e aggiungetelo nella ciotola con il salmone, mescolate bene con un filo d’olio e riponete la ciotola in frigo per circa una mezz’ora.

Nel frattempo prendete i carciofi privateli della punta e tagliateli a julienne, metteteli in una ciotola con olio sale e il succo di limone.

Assemblate il piatto mettendo i carciofi a raggiera, il salmone e l’avocado coppati al centro. Completate guarnendo con il rametto di timo.