Archivi tag: primi piatti

Pasta Patate e zafferano

Oggi un primo piatto che è sempre buono adatto a quelle sere un po’ fredde d’inizio autunno. Pasta patate e zafferano.

pasta_patate_zafferano2

Ingredienti  per 4 persone

400 gr di pasta
400 gr di patate
140 gr di scaglie di parmigiano
4 bustine di zaferano
2 mazzetti di bailico
sale
Olio Extravergine d’oliva

PROCEDIMENTO

Mettete a bollire dell’acqua e dopo aver pelato le patate tagliatele a cubetti, spezzettate qualche fogliolina di basilico e aggiungete il tutto nella pentola con l’acqua. Una volta che l’acqua è giunta a ebollizione mettete la pasta e lasciatela cuocere.
Prendete una padella aprite e svuotate le bustine di zafferano e con un mestolo dell’acqua di cottura fatelo sciogliere. Scolate la pasta con le patate, versatela nella padella e mantecatela con le scaglie di parmigiano.

IMPIATTAMENTO

Prendete una fondina, e versateci due mestoli di pasta patate e zafferano, guarnite con le scaglie di parmigiano avanzate, qualche fogliolina di basilico e servite.

“AUTUMN LEAVS” E ORZOTTO MANTECATO CON LA ZUCCA

Siamo da poco entrati in autunno.
Questa stagione: l’autunno, mi fa subito pensare ad un brano musicale “Autumn Leaves”. Una canzone riprodotta dai più grandi musicisti del mondo e in particolar modo adoro la versione di Eric Clepton.

Ma siamo in autunno anche per la cucina e su queste note vi propongo una ricetta con la verdura di stagione d’eccellenza: la zucca.

orzotto 4

ORZOTTO MANTECATO CON ZUCCA, DADOLATA DI FARAONA E GRANELLA DI PISTACCHI

Ingredienti per 4 persone:

150 gr di Zucca
350 gr di Orzo perlato
400 gr di Faraona disossata
50 gr di Granella di pistacchi
50 gr di Sedano
2 bustine di Zafferano
1 Cipolla
Olio Extravergine di oliva q.b.

Per il brodo:

100 gr di Carote
1 Cipolla
1 Costa di sedano
Ossa di faraona

Procedimento:

Mettete a rosolare il sedano, la cipolla e le carote in una pentola con dell’olio, aggiungete le ossa della faraona, rosolate per 5 minuti e a questo punto riempite la pentola d’acqua.
Fate bollire per circa 2 ore.

Nel frattempo tagliate il sedano e la zucca  a dadini, la cipolla a julienne e mettetelo da parte in una ciotola.
Ora prendete un tegame e metteteci l’orzo perlato, fatelo tostare per qualche minuto e iniziare la cottura con il brodo preparato in precedenza.

A parte scaldate l’olio in una padella, versateci la dadolata di zucca, sedano e cipolla e fatela rosolare. Aggiungete la faraona a dadini, e continuate la rosolatura ancora per qualche minuto.
Bagnate con un mestolo di brodo e lasciatelo cuocere per altri cinque minuti, poi aggiungete lo zafferano.

A cottura quasi ultimata dell’orzo, quindi dopo circa 35 minuti aggiungete la faraona con le verdure, mantecate con un filo d’olio, un pizzico di sale e datevi all’impiattamento guarnendo con la granella di pistacchi

 

 

 

RISOTTO CON RIBES E GAMBERONI

risotto ribes

A questo piatto abbino la canzone “The Blower’s Daughter” di Damien Rice, non solo per il semplice abbinamento con il cognome ma anche per la stupenda melodia con il finale degli archi proprio come la mantecatura finale del risotto in questa ricetta.

Ingredienti per 4 persone:

400 gr di Vialone nano
50 gr di Riber
4 Gamberoni
1 Spicchio d’aglio
1 Ciuffetto di basilico
1 Bicchiere di Pallagrello Nero
Fondo vegetale
Sale
Olio Extravergine d’oliva

Procedimento:

Mettete a tostare il riso in una pentola e sfumate con il vino. Una volta evaporato continuate la cottura con il fondo vegetale.

Nel frattempo pulite i gamberoni, tagliateli a pezzi e tenete da parte la coda per utilizzarla come guarnizione alla fine.
Saltateli in padella con un uno spicchio d’aglio e un filo d’olio per circa due minuti.

Ora frullate i ribes.

A cottura ultimata del riso, togliete la pentola dal fuoco e mantecare per un paio di minuti, aggiungete la purea di ribes e i gamberoni saltati precedentemente, un filo d’olio e un pizzico di sale.

Completate guarnendo con la coda di gamberone, ribes ed una fogliolina di basilico.

MAZZANCOLLE ALLA PIASTRA

DCF 1.0

MAZZANCOLLE ALLA PIASTRA CON TAGLIOLINI IN COPPA CONDITE CON RISTRETTO DI MODENA

Ingredienti per 4 persone:

8 mazzancolle
50 gr di tagliolini
20 gr di burro
30 cl di aceto balsamico
Un cucchiaio di zucchero a velo
Uno scalogno
Un limone

Procedimento:

Come prima cosa mettete un pentolino sul fuoco con l’aceto balsamico, aggiungete lo zucchero a velo e lo scalogno e lasciatelo restringere per circa 2/3.
Nel frattempo mettete una padella sul fuoco con il burro e un po’ di acqua e quando raggiunge il bollore versateci i nostri tagliolini. Lasciateli cuocere per circa 4 minuti aggiungendo un pizzico di sale e la scorza del limone grattugiata. In una padella antiaderente o anche su una piastra cuocete le mazzancolle.

Presentazione

Una volta che tutti gli ingredienti sono pronti impiattate. Ponete le mazzancolle in un piatto a formare un ventaglio, al centro del piatto adagiate una coppa Martini con i tagliolini all’interno e completare con ristretto di Modena.

PENNETTE DI MAIS CON BROCCOLI, VONGOLE E ALICI

pennete3

PENNETTE DI MAIS CON BROCCOLI ROMANESCHI, VONGOLE E COLATURA DI ALICI

Oggi una ricetta speciale, pensata se uno dei vostri ospiti è allergico al glutine!
Per questa ricetta ho scelto di abbinare “U mercatu” di Roy Paci & Aretuska.
L’abbondanza dei prodotti della terra proprio come in questo periodo che salutiamo i prodotti estivi dando il benvenuto a quelli autunnali e invernali.

Una canzone come: “Il mare” di Sergio Cammariere abbinata ad un ingrediente: le seppie. Un pezzo molto bello, che ascolto spesso, non a caso nelle giornate di pioggia, forse un po’ malinconico, ma pieno di poesia e di buona musica.

Ingredienti per 4 persone:

400 gr di pennette di mais
700 gr di vongole
300 gr di broccoli romaneschi
1 spicchio di aglio
4 cucchiaini di colatura di alici
Olio Extra vergine di oliva  q.b.

Procedimento:

Tagliate a fettine e pezzettini i broccoli romaneschi e sbollentateli in acqua salata per circa 5 minuti. Una volta tolti metteteli a raffreddare in acqua e ghiaccio.

In una padella spaccate a metà uno spicchio di aglio e fatelo rosolare, aggiungete i broccoli, poi le vongole e un mestolo d’acqua.

Fate cuocere per alcuni minuti, controllate che le vongole non si aprano del tutto ma solo a metà.

Cuocete la pasta e a cottura quasi ultimata incorporatela nella padella delle vongole e continuate la cottura di modo che i piccoli pezzi di broccoli creino una crema.

A cottura finita non rimane che Impiattare e completare con un cucchiaino di colatura di alici.