Multimetri analogici o digitali? Pro e contro

I multimetri o tester possono essere di due tipi: analogici o digitali. Rispetto ai più datati modelli analogici, i multimetri digitali, innovativi tester di elettronica, sono preferibili per una serie di funzioni, fra cui la rapidità e la precisione dei dati trasmessi, per quanto alcuni omologhi analogici siano tuttora più adatti per misurazioni da banco. Ma conosciamo più in dettaglio questi tester che non sono più solo appannaggio di elettricisti e addetti ai lavori, bensì utili anche per tutti gli appassionati del ‘fai da te’ e per chi lavora in ambiti che hanno a che fare con l’elettricità in tutte le sue forme. L’uso di un multimetro, analogico o digitale che sia, può semplificare una serie di operazioni e test sul funzionamento di impianti elettrici e anche di elettrodomestici di uso comune. Ne esistono in commercio di vari tipi e prezzi, tutto sta a vedere il tipo di impiego che si intende farne. Quale tester scegliere?

In questo tipo di prodotti il prezzo non è tutto e basarsi solo su quello potrebbe portare fuori strada. Ci sono tester in vendita a poche decine di euro, utilizzabili solo per applicazioni elementari, tascabili e realizzati con materiali scadenti. Altri modelli economici, seppure più accessoriati, possono essere imprecisi nella rilevazione dei dati, altri da banco sono progettati per test più complessi e diagnosi accurate. Entriamo ora nel merito delle principali differenze fra tester analogici e digitali. I secondi sono gli ultimi arrivati sul mercato, sull’onda dell’evoluzione tecnologica che ha rivoluzionato ogni settore lavorativo, ma gli analogici resistono forti di alcune funzionalità che continuano a svolgere meglio, soprattutto per quanto riguarda le misurazioni da banco.

Ad esempio, c’è ancora chi preferisce i multimetri analogici per la migliore visualizzazione delle letture dati che, invece, ‘saltano’ in modo più rapido sul display dei modelli digitali. C’è, però, da riconoscere a questi ultimi una lettura più precisa e la funzione aggiuntiva della variante dei codici a barre. Inoltre, mentre i tester analogici si limitano a fornire solo tre valori (ampere, volt e ohm) i modelli digitali si spingono oltre diventando per la loro versatilità ed efficienza sempre più popolari sul mercato. Per una maggiore conoscenza dei multimetri analogici e digitali vi invitiamo a consultare il portale www.guidamultimetro.it.