Idropulsori, quanti minuti può durare il getto idrico in base alla capienza

Quando si acquista un idropulsore dentale si è di fronte a un bivio nella scelta di un apparecchio alimentato a cavo o a batteria. Se si necessita di tempi di uso prolungati, nel caso si scelga un modello a batteria, si dovrà optare per un dispositivo in grado di funzionare a lungo senza dover essere ricaricato a cadenza quotidiana. Oggi è possibile reperire sul mercato anche idropulsori alimentati da batterie a lunga durata, anche di intere settimane. Ma qual è la batteria che resiste di più? Se si vuole un modello con l’autonomia più lunga si può scegliere un idropulsore con una batteria da 2.000 mAh, in grado di reggere anche in caso di utilizzi assidui e prolungati. Ovviamente, se si ricerca un modello che non dia alcun problema di alimentazione ci si può indirizzare sugli idropulsori a cavo, ma solo se non si hanno esigenze diverse, ad esempio di viaggio.

Risolto il dilemma sul tipo di alimentazione, nella scelta di un idropulsore pesa la capacità intesa come capienza del serbatoio. Di quanta acqua o miscela liquida (acqua + collutorio) si ha bisogno per un trattamento singolo o familiare? La capienza incide anche sulla durata nell’erogazione del flusso idrico. Se l’acqua finisce prima, infatti, il flusso si interrompe. In commercio sono disponibili idropulsori della capienza di 600 ml in grado di fornire fino a un minuto e mezzo di erogazione idrica. Se è insufficiente, ne esistono di più capienti della capacità di 800 ml che sono capaci di erogare getti d’acqua fino a 2 minuti di flusso per una pulizia dentale più accurata e approfondita.

Gli idropulsori si differenziano anche sul piano delle modalità di funzionamento, che si possono suddividere in più varianti: il modello standard per la normale irrigazione dentale, a cui si aggiungono idropulsori con trattamenti più soft per il massaggio gengivale, ottimi per la salute del cavo orale e per prevenire sanguinamenti o pulpiti. La scelta può prendere le mosse anche dalla valutazione degli elementi costitutivi e delle caratteristiche dell’apparecchio, dal design alla portabilità. Potrete trovare un’ampia gamma di modelli in questo sito sui migliori idropulsori in commercio.