SEPPIE SU CREMA DI PISELLI E LARDO

seppia3

A pranzo: seppie!

Ingredienti per 4 persone:

700 gr di Seppie
300 gr di Piselli
100 gr di Lardo
1 Scalogno
Qualche foglia di basilico
Crostini
Sale
Olio Extravergine di oliva

Procedimento:

Per prma cosa bisogna pulire le seppie. Mettetele fuoco a minimo in una pentola con dell’acqua, l’ideale sarebbe farle sobbollire per circa 30 minuti, dopodichè lasciatele raffreddare nella propria acqua.

Nel frattempo tagliate lo scalogno a julienne e fatelo rosolare in una padella con un filo d’olio. Po aggiungete qualche foglia di basilico, il lardo a pezzetti piccoli e i piselli: versate ¾ di acqua e portatelo a bollore.

Lasciatelo cuocere per circa 20 minuti e in fine frullate il tutto fino ad ottenere una crema.
Adagiate la crema di piselli sul fondo del piatto poi le seppie e spargete i crostini. Un filo d’erba cipollina per guarnire!

RISOTTO CON RIBES E GAMBERONI

risotto ribes

A questo piatto abbino la canzone “The Blower’s Daughter” di Damien Rice, non solo per il semplice abbinamento con il cognome ma anche per la stupenda melodia con il finale degli archi proprio come la mantecatura finale del risotto in questa ricetta.

Ingredienti per 4 persone:

400 gr di Vialone nano
50 gr di Riber
4 Gamberoni
1 Spicchio d’aglio
1 Ciuffetto di basilico
1 Bicchiere di Pallagrello Nero
Fondo vegetale
Sale
Olio Extravergine d’oliva

Procedimento:

Mettete a tostare il riso in una pentola e sfumate con il vino. Una volta evaporato continuate la cottura con il fondo vegetale.

Nel frattempo pulite i gamberoni, tagliateli a pezzi e tenete da parte la coda per utilizzarla come guarnizione alla fine.
Saltateli in padella con un uno spicchio d’aglio e un filo d’olio per circa due minuti.

Ora frullate i ribes.

A cottura ultimata del riso, togliete la pentola dal fuoco e mantecare per un paio di minuti, aggiungete la purea di ribes e i gamberoni saltati precedentemente, un filo d’olio e un pizzico di sale.

Completate guarnendo con la coda di gamberone, ribes ed una fogliolina di basilico.